Guida al riconoscimento

Il colpo di fuoco batterico colpisce specie spontanee e coltivate appartenenti alla famiglia delle Rosaceae Pomoideae.

In Trentino nelle ultime settimane la malattia si è diffusa anche nell’ambiente extra-agricolo. I risultati dei monitoraggi mostrano quindi, oltre all’avanzata nel territorio su melo e pero, una crescita delle specie ornamentali trovate infette in giardini, aiole, parchi e alberature.

In questa sezione è possibile consultare i sintomi delle specie colpite al fine di individuare le piante affette e provvedere alle misure di contenimento della malattia per evitarne il più possibile la diffusione.


Clicca sulla specie nel menu sottostante oppure scorri la pagina per visualizzare tutte le fotografie.

FRUTTIFERI

Melo (Malus spp.)

Annerimento del germoglio e arrossamento delle foglie

Sintomi iniziali su foglie di cv Fengapi

Ripegamento a pastorale di un germoglio a legno in piante di Gala

Disseccamento del germoglio con tipico ripiegamento a pastorale

Disseccamento del germoglio con tipico ripiegamento a pastorale

Fuoriuscita di essudato dai germogli

Aree idropiche con essudato sui frutticini

Sintomi estivi

Sintomo estivo: brindillo disseccato

Vegetazione colpita e rimasta in pianta

Cancri

Cancri su branca con fessurazioni

Cancro a livello del portainnesto

Cancro a livello del portainnesto

Pero (Pyrus spp.)

Il germoglio annerisce dissecca e si ripiega a pastorale

Germogli di pero anneriti e ripiegati a pastorale

Annerimento di germoglio e frutticini su pero

PIANTE ORNAMENTALI E SPONTANEE

Nespolo comune e nespolo del Giappone (Mespilus germanica ed Eriobotrya japonica)

Il Nespolo comune è un abusto o piccolo albero a portamento eretto, foglie decidue. I giovani rametti presentano peculiari protuberanze mentre i rami più vecchi possono essere spinosi. I fiori solitari o a coppie di colore bianco fanno la loro comparsa tra maggio e giugno e danno origine a frutti a forma di piccoli pomi tondeggianti o piriformi color brunastro-rugginoso, con una tipica cavità apicale circondata dai sepali residuali disposti a corona.

Il Nespolo giapponese è un piccolo alberello dalle foglie sempreverdi di consistenza coriacea e apice appuntito che sulla pagina superiore sono di un verde lucido e mostrano evidenti i segni delle nervature mentre nella pagina inferiore si caratterizzano per la colorazione grigio-marrone e la presenza di una fitta peluria. I fiori bianco-ocra, sono riuniti in lunghe infiorescenze a pannocchia. La fioritura avviene in autunno-inverno e il frutto che ne deriva è un pomo ovoidale di colore giallo-arancio.

Disseccamenti dei germogli su nespolo del giappone

Erwinia amylovora (ERWIAM) https://gd.eppo.int

Disseccamenti dei germogli su nespolo comune

Biancospino (Crataegus spp.)

Oltre al classico biancospino, spontaneo nei nostri ambienti e all’azzeruolo, tante sono le specie impiegate a scopo ornamentale nel verde pubblico e privato in particolare per la loro fioritura. Genere caratterizzato dai rami spinosi con foglie di un verde intenso, decidue, a lamina ovoidale con profonde lobature-incisioni a seconda della varietà. I fiori riuniti in corimbi sono abbondanti tra maggio e giugno. I frutti sono pomi più o meno grandi di colore rosso.

Disseccamento degli organi fiorali e delle foglie a partire dalla zona del picciolo, è ben visibile il triangolo necrotico un tipico sintomo della malattia

Disseccamento degli organi fiorali e delle foglie a partire dalla zona del picciolo, è ben visibile il triangolo necrotico un tipico sintomo della malattia

Sorbo (Sorbus spp.)

Si tratta di alberi o arbusti anche di grandi dimensioni a foglia caduca. Foglie semplici a margine seghettato. I fiori color crema sono riuniti a grappolo e presenti sulla pianta tra maggio e giugno. I frutti sono pomi con colorazione tra giallo e rosso. Diversi sono i generi che si differenziano per caratteristiche di foglie e frutti. Spesso spontanea nei nostri ambienti di montagna.

Imbrunimenti iniziali della lamina fogliare

Disseccamenti estesi di germogli in piante adulte

Rosa (Rosa sp.)

Nonostante non sia considerata una specie ad alto rischio è stata ritrovata una pianta infetta in un giardino privato, pertanto si suggerisce di prestare attenzione

Germoglio di rosa con annerimento e dissecamento in fase iniziale

Germoglio di rosa a legno e a fiore con dissecamenti e annerimento

Germoglio di rosa copito da colpo di fuoco. I germoglio presenta il tipico ammerimento e ripiegamento a pastorale

A seguito delle infezioni, fiori e foglie avvizziti rimangono attaccati al ramo

Cotogno (Cydonia oblonga)

Si trova spesso negli orti o vicino alle case perché i frutti sono comunemente utilizzati per fare composte. Ha foglie larghe verde chiaro brillante ricoperte da una leggera peluria. I fiori singoli presenti tra maggio e giugno di colore dal bianco con screziature rosate danno origine alla fine dell’estate a grossi frutti prima verdi poi gialli a maturità, ricoperti da una fitta peluria che li rende di aspetto vellutato.

Annerimento e bruciatura della nervatura centrale

Annerimento e bruciatura della nervatura centrale

Piracanta (Pyracantha spp.)

Arbusto utilizzato prevalentemente per formare siepi, anche se talvolta si può trovare come esemplare singolo. Ha foglie sempreverdi, a margine intero o leggermente dentate e con stipole (appendici alla base delle foglie) caduche. I fiori bianchi riuniti in larghi corimbi sono abbondanti e rivestono tra maggio e giugno la parte terminale dei rametti. Il frutto è un piccolo pomo dai colori rosso, giallo o arancione a seconda dell’ibrido utilizzato che sulla pianta per molto tempo.

Gli organi colpiti dal colpo di fuoco batterico in Piracanta assumono una colorazione marrone-rossastra

Erwinia amylovora (ERWIAM) https://gd.eppo.int

Cotognastro (Cotoneaster spp.)

Arbusti sempreverdi e caducifogli, tappezzati e a crescita verticale con abbondanti fioriture di fiori da bianchi a leggeri rosati che compaiono tra maggio e giugno. I frutti sono piccoli pomi di un rosso più o meno intenso a seconda della specie che persistono tipicamente sui rami durante i mesi invernali. Se ne conoscono circa cinquanta specie ed è vasto il loro impiego per la realizzazione di giardini, per ricoprire scarpate o nelle bordure, ma anche su terrazzi e balconi dove si ricerca l’effetto prostrato e ricadente.

I fiori avvizziti di cotognastro rimangono attaccati al ramo

Erwinia amylovora (ERWIAM) https://gd.eppo.int

Siepe di cotognasto con dissecamenti estesi

Cotognasto con dissecamenti estesi

Cotognasto con dissecamenti estesi

Tra le 150 specie di Rocascee Pomoidee sucettibili sono considerate molto sensibili alla malattia:

Stranvesia o Fotinia (Photinia sp.)

Negli ultimi anni ha avuto una grossa espansione nell’utilizzo come siepe in alternativa ai classici sempreverdi. Tipica per le sfumature rossastre del fogliame al germogliamento. Ha fiori bianchi riuniti a corimbo presenti nel mese di maggio.

Aronia (Aronia)

Cotogno del Giappone (Chaenomeles jaonica)

Pero corvino (Amelanchier ovalis)